×

5° Puntata – La nostra amica Blu
In occasione della giornata mondiale dell’acqua, che ricorre ogni anno il 22 marzo, abbiamo deciso di dedicare la puntata di questo mese a Blu, la protagonista di Ti voglio bene Blu: una meravigliosa storia di amicizia e di salvaguardia dell’ambiente scritta e illustrata da Barroux, con la partecipazione dell’associazione Sea Shepherd, movimento per la conservazione degli oceani. Andremo alla scoperta della […]
00:00
00:00


5° Puntata – La nostra amica Blu

In occasione della giornata mondiale dell’acqua, che ricorre ogni anno il 22 marzo, abbiamo deciso di dedicare la puntata di questo mese a Blu, la protagonista di Ti voglio bene Blu: una meravigliosa storia di amicizia e di salvaguardia dell’ambiente scritta e illustrata da Barroux, con la partecipazione dell’associazione Sea Shepherd, movimento per la conservazione degli oceani. Andremo alla scoperta della collana Fiabe musicali e dell’ultima uscita Un pesce è un pesce con l’ideatrice e curatrice Maria Cannata e infine in compagnia di Barbara Archetti ci divertiremo a creare il nostro mare!

Buon ascolto!

Conduzione di Martina Folena, educatrice teatrale specializzata in narrazione per l’infanzia.
Testi di Cristina Brambilla e Barbara Archetti del trio ABC.
Musiche a cura di Samuele Boni, musicista compositore presso il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano.

“Ti voglio bene, Blu” Illustrazione di Barroux.

Un mare pieno di meraviglia!

  • Un paio di forbici a punta arrotondata;
  • Una colla stick;
  • Un foglio bianco;
  • Dei pezzi carte colorate, carta argentata, carta del pane;
  • Del cotone bianco;
  • Qualche filo;
  • Delle stoffe o un calzino che non usi più;
  • Matite blu, azzurre, puoi scegliere i colori che ti piacciono di più.

Ora che abbiamo tutto l’occorrente… possiamo iniziare!

  • Prendiamo il foglio di carta bianco e diamo colore al nostro mare! Usiamo le matite azzurre, blu o dei colori che più ci piacciono. Coloriamo la parte del foglio che vogliamo trasformare nel nostro mare. Un azzurro leggero ci aiuterà a confondere il mare col cielo; i blu cupi e scuri ci porteranno negli abissi più neri; un blu acceso luminoso o cobalto potrà disegnare delle onde ogni salto.
  • Ora che il nostro mare oceano è pronto non ci resta che dare vita a tutto ciò che lo anima sopra e sotto l’acqua. Prendiamo tutto il materiale che abbiamo recuperato e diamo sfogo alla fantasia. Realizziamo la barca che con il vento ci porta in mezzo alle onde! Un pezzo di carta può diventare la base della nostra barchetta. Ritagliamolo come più ci piace e attacchiamolo sull’acqua del mare, poi prendiamo un filo e lo attacchiamo perché vada dalla barca al cielo, prendiamo la stoffa del vecchio calzino bucato, la ritagliamo e la attacchiamo sopra alla barca vicino al filo. Abbiamo fatto le vele! Via! Vento in poppa, siamo pronti per esplorare!
  • Nel mare e nel cielo possiamo mettere tutto quanto ci ispira la nostra fantasia! Piccoli pezzi di carta argentata diventano gabbiani che volano e riflettono la luce del sole, i batuffoli di cotone si trasformano in soffici nuvole sparse nel cielo.
  • Sotto il mare può nascere un mondo meraviglioso. Un pò di carta marrone di un vecchio sacchetto di pane può diventare una roccia marina, e piccoli pezzi di carta rossa sono i coralli che crescono li vicino! Una carta trasparente è diventata una medusa e le carte colorate ritagliate come più ci piace sono diventati pesciolini grandi e piccini, che nuotano tra le alghe fatte di vecchi fili che si alzano dagli abissi verso il cielo! I pesciolini girano soli soletti oppure se hanno paura si mettono in gruppo, creando la forma di un pesce più grande che sembra quasi un mangiatutto.
  • Oh! Qui c’è una balena, una balena di carta argentata grande grande come il mare. La balena viene vicino alla barca, ci vuol salutare! La balena ci sussurra all’orecchio che questo mare, questa meraviglia, noi la dobbiamo salvare! Niente sacchetti e bottiglie di plastica in giro dobbiamo lasciare, facciamo attenzione la balena i pesciolini la medusa le alghe i coralli e le rocce con ogni nostro più piccolo gesto dobbiamo amare. Del resto, questo mondo di mare e di terra è la nostra casa, è il posto più bello e lo dobbiamo curare. Buoni viaggi straordinari, buon ascolto della tranquillità del mare, buoni tuffi nel sole  e nel blu.


I Babalibri di 5° Puntata – La nostra amica Blu


Claire Lebourg

Una giornata con Bris


Leo Lionni

Guizzino